L’addio conclusivo del regime di Maggior Tutela e l’ingresso nel mercato libero di gas e luce avverrà ufficialmente il 1° gennaio 2022.

Il decreto Milleproroghe ha recentemente stabilito che i cittadini dovranno definitivamente salutare il Regime di Maggior Tutela ormai in vigore da anni. Questo accadrà nel 2022 quando tutti i residenti in Italia avranno il dovere di scegliere un fornitore di gas e luce tra le offerte presenti sul mercato.

Con il passaggio al mercato libero è importante valutare con attenzione la tariffa da scegliere: la preferenza sul fornitore di luce e gas è fondamentale in quanto permetterà di risparmiare sulle tariffe e di conseguenza ridurre il peso delle bollette.

Grazie all’osservatorio di Sos Tariffe è stata realizzata, alla fine dello scorso anno, un’indagine sul risparmio che i cittadini hanno ottenuto durante l’anno 2019 e la presunta economicità per i successivi due anni.

La famiglia tipo che ha scelto il mercato libero, senza attendere la data definitiva, ha risparmiato fino a 2700 kWh impiegati per la maggior parte nella fascia F1, ossia la fascia più dispendiosa che va dalle 8 alle 19. Per quanto riguarda invece il gas naturale viene stimato un consumo di circa 1400 metri cubi.

Ma quanto hanno risparmiato realmente gli italiani sulle bollette gas e luce e quanto risparmieranno nei prossimi anni?

Un nucleo famigliare che nel 2019 ha deciso di passare al mercato libero ha risparmiato circa 85 euro sulla bolletta: si sono ridotte così le spese per la luce di circa il 14%. Le stime per i prossimi due anni porteranno ulteriori miglioramenti. Quest’anno si prevede di risparmiare circa il 18% sulla fornitura di luce, ossia 112 euro, mentre per il 2021 il 23% pari a 154 euro.

Inferiori saranno i risparmi sulla fornitura di gas. Nel 2019 si è ottenuto un risparmio di circa 15 euro e diminuirà nel 2020. Questo sarà un incentivo per le famiglie italiane per diminuire il consumo di gas e sfruttare al meglio l’energia elettrica.

Ma qual è la ragione per cui il passaggio al mercato libero è stato rimandato per molti anni?

I consumatori avrebbero dovuto effettuare il passaggio e scegliere una tariffa presente sul mercato tra il 2015 e il 2016, ma nel 2018 circa il 56% delle utenze era ancora sotto tutela. Causa forse di una scarsa informazione su come effettuare il passaggio?

Innanzitutto, va detto che molti sono attratti dalle offerte del mercato libero ma hanno al contempo paura a cambiare in quanto questo potrebbe portare ad un peggioramento della loro situazione economica e famigliare. Inoltre, dati i molti competitor presenti sul mercato è difficile scovare l’offerta migliore, questo comporta una gran fatica e uno spreco di tempo, per questa ragione si tende ad abbandonare nel breve tempo la ricerca.

Importante capire la qual è la differenza sostanziale tra il mercato libero e quello tutelato per poter scegliere al meglio l’offerta gas e e luce.

Nel mercato tutelato i prezzi vengono stabiliti dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). Ogni tre mesi l’autorità modifica il valore di vendita al pubblico in base all’andamento dei prezzi all’ingrosso. Il mercato libero invece è gestito da aziende che in base alle loro politiche aziendali e alle regole della concorrenza hanno la libertà di stabilire il prezzo che desiderano. Il prezzo risulta quindi vantaggioso ma le offerte sono comunque soggette all’andamento dei mercati internazionali e questo potrebbe portare ad una variazione positiva o negativa dei prezzi durante l’anno.

In mezzo tra queste due scelte si inseriscono le offerte Placet volute proprio dall’ARERA per offrire ai clienti la libertà delle tariffe con la chiarezza contrattuale voluta dal mercato tutelato. PLACET è un acronimo che sta per Prezzo Libero a Condizioni Equiparate di Tutela.

L’obiettivo di queste tariffe è quello di aiutare i consumatori nella scelta delle tariffe presenti sul Mercato Libero per l’energia e il gas. Queste offerte sono facilmente confrontabili e garantiscono le clausole contrattuali standard.

Le caratteristiche delle Offerte Placet sono:

  • Prezzo libero: ogni operatore può scegliere il prezzo che preferisce ma il tutto viene controllato dalle strutture competenti
  • Confronto: le offerte sono facilmente confrontabili in quanto sono predisposte sulla base di uno standard comune a tutti i venditori
  • Nessun servizio aggiuntivo: a differenza del mercato libero non sono previsti servizi aggiuntivi, bonus o prodotti abbinati.

I clienti devono scegliere con cura le offerte di gas e luce presenti sul mercato per trovare quelle adatte alle esigenze della casa e della famiglia.